I taccuini di Tarrou – 450 – La scelta

L’uomo ha tutto in sé. Non esiste uomo, per quanto barbaro e criminale, che non possa redimersi, che non possa cambiare. È questo che insegna Dostoevskij: Raskol’nikov uccide, ma risorge; Stavrogin sparge morte e distruzione, ma sa Cristo. Ogni uomo, in quanto uomo, ha in sé la possibilità e l’opportunità del bene, deve soltanto sceglierla. Il bene e il male sono sempre una scelta. È tutta dell’uomo la responsabilità.

Precedente I taccuini di Tarrou - 449 - L'uomo Successivo I taccuini di Tarrou - 451 - Soltanto l'uomo

Lascia un commento